Strumenti per il doppiaggio: Il righello

strumenti per copione e doppiaggio

Anche le impostazioni di un copione contano per ottenere un doppiaggio perfetto

Vi presentiamo questa semplice, ma eccellente applicazione, il Righello, ideata proprio per il mondo dei copioni e del doppiaggio. Il Righello conta le righe di un copione e genera istantaneamente un corrispettivo foglio di lavorazione in formato Excel.

Avvalendosi del pacchetto Microsoft Office, può funzionare su qualunque PC. Per ottenere il risultato richiesto, è necessario sottostare a solo una manciata di semplici regole. Anche il traduttore esperto in doppiaggi puo’ impararle rapidamente, semplificando così il lavoro in sala di registrazione.

I due comandi chiave dell’applicazione

Il TASTO TAB : Il suo inserimento indica l’inizio della battuta. Va messo tassativamente ed unicamente tra il nome del personaggio del copione e la sua battuta. Non può essere utilizzato in altri punti del copione.
ESEMPIO:
DON ABBONDIO    Lor signori son uomini di mondo…

Il TASTO INVIO  ↵ : Questo tasto indica la fine della battuta. Esso è collocato sempre alla fine della battuta e mai all’interno della stessa o tra un personaggio del copione e la sua battuta.

Di seguito è proposto un esempio con utilizzo corretto del tasto : DON ABBONDIO    Lor signori son uomini di mondo, e sanno benissimo come vanno queste faccende. Il povero curato non c’entra: fanno i loro pasticci tra loro, e poi… e poi, vengon da noi, come s’anderebbe a un banco a riscotere; e noi… noi siamo i servitori del comune.

Questo, invece, rappresenta un esempio di impiego errato:
DON ABBONDIO    Lor signori son uomini di mondo, e sanno benissimo come vanno queste faccende. Il povero curato non   c’entra: fanno i loro pasticci tra loro, e poi… e poi, vengon da noi, come s’anderebbe a un banco a riscotere; e noi… noi siamo i servitori del comune.

Il tasto  ↵, al contrario, può essere messo tra battute diverse. Così facendo, esso ha la funzione di spaziare il testo.

DON ABBONDIO    Lor signori son uomini di mondo, e sanno benissimo come vanno queste faccende.



DON ABBONDIO    Il povero curato non c’entra…

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *